Commenti

Commenti

9 Febbraio 2024

Fondi Obbligazionari - Gennaio 2024

RAM Global Bond Total Return – Si tira il fiato dopo il grande rally
A gennaio, il trend di fine 2023 ha proseguito il suo percorso:
• I tassi di interessi hanno chiuso il mese pressoché invariati, con una volatilità ridotta
• Gli spread creditizi si sono continuati a restringere
• I titoli di Stato dei mercati emergenti hanno visto i tassi in leggera salita
• Le azioni hanno registrato ancora performance positiva, ad eccezione dei mercati emergenti
• Il dollaro si è leggermente indebolito

Le Banche Centrali dei Paesi Sviluppati e le relative politiche monetarie hanno avuto ancora un ruolo da protagonista:
• il processo di disinflazione è in corso, e con i tassi reali ormai positivi, il mercato sta scontando un atterraggio morbido dell’economia globale
• in effetti, dopo le riunioni di Banca Centrale Europea, Fed americana e Bank of England, la questione non è tanto se taglieranno i tassi, ma quando quest’anno

Per quel che concerne i dati macroeconomici:
• i dati pubblicati questo mese mostrano un'economia ancora solida negli Stati Uniti e alcuni miglioramenti negli indicatori anticipatori europei
• tuttavia, le politiche monetarie restrittive mantengono la pressione su alcune parti dell’economia, e la forte svendita delle azioni della New York Community Bank alla fine del mese ricorda le potenziali fonti di stress sotto la superficie
• quest’anno si terranno inoltre elezioni in un gran numero di paesi, il che può anche generare una certa volatilità

Portafoglio Tradizionale:
• Abbiamo sfruttato la buona performance sui tassi, per spostare duration dai tassi statunitensi, dove tagli significativi dei tassi sono già prezzati, a quelli svizzeri, dove la curva è molto più piatta, e a quelli inglesi, dove i tassi hanno subito una correzione più ampia
• Abbiamo anche comprato titoli messicani e brasiliani, dove i rendimenti reali sono ancora elevati
• Il nostro portafoglio tradizionale ha generato un rendimento del -0.03% (al lordo delle commissioni)
Portafoglio Non-Tradizionale:
• La nostra posizione che punta sull’irripidimento della curva americana e europea (10 anni vs 30 anni) sta continuando a beneficiare della fine del ciclo di inasprimento monetario
• Anche le nostre posizioni long/short sul credito hanno apportato rendimenti positivi
• Il nostro portafoglio non tradizionale è salito del +0,16% (al lordo delle commissioni)

Portafoglio Valutario:
• Nel corso del mese, abbiamo sfruttato la forza di diverse valute rispetto al dollaro, per ridurre la posizione corta sulla valuta americana 
• Manteniamo posizioni diversificate e di dimensioni limitate, principalmente su corona svedese e norvegese, real brasiliano, rupia indonesiana, lira turca, peso messicano e cileno contro dollaro, franco svizzero ed euro
• Il nostro portafoglio valutario ha contribuito con un -0.08% (al lordo delle commissioni).
A fine mese, il fondo RAM (Lux) Tactical Funds - Global Bond Total Return Fund (Classe B USD) ha registrato una performance del -0.07% al netto delle commissioni. La duration si è attestata a 4,71 anni e la qualità creditizia media è pari a A+.


RAM Asia Bond Total Return – Opportunità sul credito asiatico
• La Fed ha lasciato la sua politica monetaria invariata a gennaio, gestendo le aspettative sulle mosse future

Dopo il rally degli ultimi due mesi del 2023, i rendimenti dei titoli del Tesoro USA hanno registrato un calo
Nonostante il tasso di inflazione si stia avvicinando all'obiettivo a lungo termine del 2%, la Banca Centrale americana ha, senza sorprese, mantenuto il suo tasso di riferimento al 5,25%-5,50% a gennaio. Sebbene i commenti del presidente Jerome Powell abbiano praticamente cementato la svolta della Fed quest’anno, sono stati anche sottolineati i rischi di agire troppo presto, rendendo improbabile un taglio dei tassi nel marzo 2024. In effetti, a nostro avviso, la solidità dell’economia sottostante e del mercato del lavoro dovrebbe tenere la Federal Reserve ancora in stand-by per un po’

• La Cina ha tagliato i tassi, mostrando la volontà di sostenere l’economia
Sembra che nel mese di gennaio il governo cinese abbia adottato varie misure per stimolare la crescita economica del Paese. 
Nello stesso periodo, la PBOC cinese ha fatto tre annunci significativi.
In primo luogo, la PBOC ha sorpreso il mercato attuando un taglio anticipato e maggiore del previsto del coefficiente di riserva obbligatoria (RRR) di 50 punti base. Si stima che questa mossa immetterà circa 1.000 miliardi di yuan di liquidità nel sistema. In secondo luogo, la PBOC ha annunciato la creazione di un nuovo Dipartimento per il mercato del credito, il cui obiettivo principale è ottimizzare i finanziamenti per cinque aree specifiche: tecnologia, economia verde, piccole e medie imprese (PMI), assistenza agli anziani ed economia digitale. Infine, per migliorare la liquidità e gestire i rischi di rifinanziamento nel settore immobiliare, la PBOC e l’Amministrazione nazionale per la regolamentazione finanziaria (NAFR) hanno emesso congiuntamente un avviso ai promotori immobiliari affinché utilizzino prestiti bancari garantiti dalle loro proprietà commerciali operative per rimborsare i prestiti esistenti. Questa misura mira a fornire agli sviluppatori una maggiore flessibilità nella gestione dei propri obblighi di debito e potenzialmente ad allentare le pressioni di rifinanziamento nel settore immobiliare
• Nessuna sorpresa dalle elezioni di Taiwan di gennaio, dove il partito indipendentista (DPP) ha vinto le presidenziali

Mercato del credito asiatico:
• Il mese di gennaio è risultato positivo per il mercato creditizio asiatico, grazie al movimento favorevole dei tassi e degli spread creditizi
• L'indice JP Morgan Asia Credit (JACI) ha registrato un rendimento del +0.26%
• Il mese scorso l'Investment Grade ha sottoperformato il segmento High Yield con un rendimento totale del +0.12% rispetto al +2.67% di quest'ultimo
• Il mercato primario asiatico ha accelerato a gennaio, con un’offerta di obbligazioni dell’Asia escluso Giappone pari a solo 20.6 miliardi di dollari (+17,7% su base annua)

Prospettive e performance del portafoglio: 
Nel nostro precedente aggiornamento mensile, abbiamo affermato che intendevamo aggiungere duration e rischio al portafoglio. Ora abbiamo messo in atto questa strategia abbandonando i crediti a durata più breve e investendo in crediti a durata più lunga in Australia, Malesia, Tailandia e Indonesia. Di conseguenza, abbiamo aumentato la duration del portafoglio, oggi pari a 3,7 anni. 
Nonostante le molte emissioni nel mercato primario, siamo stati selettivi, mantenendo un approccio disciplinato, concentrandoci su crediti con fondamentali solidi e allineandoci ai temi che prediligiamo.
Nel 2024, vi è consenso sul fatto che gli Stati Uniti attueranno un taglio dei tassi, che potrebbe avvantaggiare i crediti asiatici, ed i fondamentali economici e societari dell'Asia sono considerati solidi. 
Il mercato prevede un terzo anno di offerta netta negativa nel credito asiatico, ed insieme alla fine del ciclo di default immobiliari in Cina, ciò potrebbe rafforzare il sentiment. 
• Il fondo rimane adeguatamente diversificato e rimaniamo investiti in modo molto flessibile
• Manteniamo un livello moderato di duration a 3,7 anni e 
• un livello di liquidità del 0.3%
Il fondo RAM Asia Bond Total Return Fund (Classe PI USD) è salito del 0.28% a gennaio.


RAM STRATA Credit Fund – Il 2024 parte con il piede giusto
A gennaio è proseguito il trend dell'ultimo trimestre dello scorso anno, grazie anche ai segnali accomodanti delle banche centrali:

• Gli spread creditizi hanno continuato a contrarsi, sulla scia delle speculazioni secondo cui il ciclo di stretta monetaria globale sia vicino alla sua conclusione
• Le azioni hanno proseguito la loro risalita incontrastata
• I tassi sono scesi a livello globale

L’attenzione rimane concentrata sulle banche centrali e le relative politiche monetarie:
• La BCE ha mantenuto i tassi invariati come previsto, ma la presidente Lagarde ha sorpreso i mercati con un tono accomodante, sottolineando lo scenario disinflazionistico, il calo delle dinamiche salariali e la forte trasmissione della politica monetaria. Ha inoltre affermato che la BCE avrà raccolto molte informazioni nei prossimi mesi, suggerendo che potrebbe non essere necessario attendere i tagli fino a giugno. Anche la minore inflazione francese e le deboli vendite al dettaglio tedesche hanno anticipato le aspettative di taglio, con una probabilità dell’85% per un taglio entro aprile e tassi in calo al 2,5% entro dicembre
• La riunione della Federal Reserve ha cementato la fine della politica restrittiva, ma ha anche cercato di ridefinire le aspettative su quanto presto e quanto velocemente verranno tagliati quest’anno i tassi; è chiaro che non hanno fretta di abbassare i tassi. Il presidente Jerome Powell ha detto che i funzionari si muoveranno con pazienza e hanno soffocato le speculazioni secondo cui i tagli dei tassi sarebbero iniziati alla prossima riunione. Powell ha chiarito che non è ancora pronto a tagliare i tassi di interesse già nella prossima riunione di marzo, affermando che una mossa probabilmente non sarà appropriata finché non acquisiremo maggiore fiducia che "l'inflazione si sta muovendo in modo sostenibile verso il 2%"

Portafoglio:
• Il fondo ha chiuso il mese con performance molto positiva, con tutte le asset class che hanno contribuito al risultato
• Il fondo rimane posizionato in modo difensivo; manteniamo una parte del nostro portafoglio liquido e coperto per mitigare la potenziale volatilità derivante da sorprese macro negative inaspettate, evitando obbligazioni con bassi rating
• Manteniamo un cuscinetto di liquidità del portafoglio per assicurarci maggiore flessibilità
• Per quanto riguarda l’allocazione strategica, prediligiamo sempre selezionati crediti difensivi con rating BB, con un rendimento attorno al 6-7% e buone opportunità di crescita. Tra i finanziari preferiamo le obbligazioni Tier1 delle banche più grandi e più forti, che hanno un minor rischio di entrare in eventi di stress, concentrandoci su società di alta qualità ed elevata visibilità su utili e cash flow
• Continuiamo a pensare che le tranche BBB CLO, con un rendimento del 7-8%, siano un'opportunità estremamente interessante nell'attuale contesto di mercato

Outlook:
• Nonostante il forte rally degli ultimi mesi, manteniamo una visione costruttiva, almeno per la prima parte del 2024
• Riteniamo che ci sia spazio per un ulteriore restringimento degli spread nel corso dell’anno, anche se ci aspettiamo che gran parte del rendimento provenga dal carry 
• Il percorso futuro della politica monetaria continuerà a fungere da principale motore dei mercati nel breve termine, e i tempi e l’entità dei tagli dei tassi da parte delle banche centrali dei mercati sviluppati saranno senza dubbio guidati dai prossimi dati economici nei prossimi mesi. Ma i progressi compiuti sul fronte dell’inflazione – e le stime di crescita economica che continuano a essere riviste al rialzo negli Stati Uniti – hanno aumentato la fiducia nella capacità delle banche centrali di gestire un atterraggio morbido delle economie
• Riteniamo che la probabilità di un significativo deterioramento del credito sia bassa, e gli spread/default continueranno a rimanere relativamente stabili durante la prima metà di quest’anno

 

Clicca qui per continuare a leggere (Azionari)

Clicca qui per continuare a leggere (Multi-Asset / Multi-strategy)

 

Note legali

Il presente documento è stato redatto unicamente a scopo informativo. Esso non costituisce un'offerta né una sollecitazione ad acquistare o vendere i prodotti d'investimento ivi riportati e non può essere interpretato come un servizio di consulenza per gli investimenti. Il documento non è destinato alla distribuzione, pubblicazione o utilizzo in una giurisdizione nella quale tale distribuzione, pubblicazione o utilizzo siano vietati, né è indirizzato a soggetti o entità ai quali sarebbe illegale indirizzare tale documento. In particolare, i prodotti ivi riportati non sono offerti in vendita negli Stati Uniti o nei loro territori e possedimenti, né a qualsivoglia soggetto statunitense (cittadini o residenti degli Stati Uniti d'America). Le opinioni qui espresse non tengono conto delle circostanze, degli obiettivi o delle esigenze di singoli investitori. Si raccomanda agli investitori di formarsi una propria opinione in merito ai titoli o agli strumenti finanziari menzionati nel presente documento. Prima di qualsiasi operazione, gli investitori dovrebbero verificare che la transazione proposta sia adeguata alla propria situazione personale, e analizzare gli specifici rischi ad essa associati, soprattutto quelli di natura finanziaria, legale e fiscale, rivolgendosi se del caso a un consulente professionale. Le informazioni e le analisi contenute nel presente documento sono basate su fonti ritenute attendibili. Tuttavia, RAM AI Group non rilascia alcuna garanzia che tali informazioni e analisi siano aggiornate, accurate o esaustive, né si assume alcuna responsabilità per eventuali danni o perdite che potrebbero derivare dal loro uso. Tutte le informazioni e le valutazioni possono variare senza preavviso. Si raccomanda agli investitori di decidere se investire o meno nelle quote dei fondi sulla base delle ultime relazioni o dei più recenti prospetti informativi. che contengono ulteriori informazioni sui prodotti in questione. Il valore delle quote e il reddito da esse derivante possono sia aumentare che diminuire e non sono in alcun modo garantiti. Il prezzo dei prodotti finanziari menzionati nel presente documento potrebbe essere soggetto a fluttuazioni e ad ampie e brusche flessioni, ed è persino possibile che un investitore perda l'intero importo investito. RAM AI Group fornirà su richiesta agli investitori informazioni più dettagliate sui rischi associati a specifici investimenti. Le variazioni dei tassi di cambio possono altresì provocare un aumento o una diminuzione del valore di un investimento. I rendimenti passati, siano essi reali o simulati, non costituiscono necessariamente un indicatore affidabile dei risultati futuri. Il prospetto informativo, il documento contenente le informazioni chiave per gli investitori (KIID ), lo statuto e le relazioni finanziarie sono disponibili gratuitamente presso la sede centrale della SICAV, il suo rappresentante e distributore in Svizzera, RAM Active Investments S.A., Ginevra, e il rappresentante dei fondi nel paese di registrazione degli stessi. Il presente documento commerciale non è stato approvato par nessuna autorità finanziaria et ce documento è riservato e destinato all'uso esclusivo da parte del destinatario; ne sono vietate la riproduzione e la distribuzione totale o parziale. Rilasciato in Svizzera dalla RAM Active Investments S.A. è autorizzata e regolamentata in Svizzera dall’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA). Rilasciato in la Unione Europea e SEE  dalla RAM Investments attivi (Europe) SA, 51 av. John F. Kennedy L-1855 Lussemburgo, Granducato del Lussemburgo. Il riferimento alla RAM AI Group comprende le due entità: Active Investments S.A. e RAM Active Investments (Europe) S.A.