Commenti

Commenti

11 Marzo 2024

Fondi Obbligazionari - Febbraio 2024

RAM Global Bond Total Return – Riprezzamento in corso
A febbraio, dati sull’inflazione leggermente più forti delle attese ed un’economia ancora resiliente, hanno portato ad un riprezzamento dei tagli dei tassi da parte delle Banche Centrali:
• I tassi di interessi dei Paesi Sviluppati hanno corretto
• Gli spread creditizi si sono continuati a restringere
• Le azioni hanno registrato ancora performance positiva, con un rimbalzo anche dei mercati cinesi

Per quel che concerne i dati macroeconomici:
• I dati pubblicati questo mese sono rimasti solidi, in particolare negli Stati Uniti, con una forte creazione di posti di lavoro seguita da dati sull’inflazione superiori alle attese; di conseguenza, le aspettative di taglio dei tassi per i prossimi trimestri sono state riviste al ribasso
• Tuttavia, con un’economia che continua a resistere bene, i mercati dei tassi continuano a dipendere dai dati in arrivo, con le banche centrali che potrebbero restare in stand-by per essere certe che la politica monetaria restrittiva riesca a riportare i livelli di inflazione al target

Portafoglio Tradizionale:
• Grazie ai buoni dati sull'inflazione in Svizzera, i tassi nel paese sono scesi e abbiamo sfruttato questo rally per prendere profitto e ridurre la nostra duration complessiva
• All'inizio del mese abbiamo anche venduto alcune esposizioni a basso rendimento in dollari, poiché i tassi sono rimasti relativamente bassi nonostante i robusti dati economici
• La nostra esposizione creditizia ha registrato performance positive e, in un contesto favorevole ma con opportunità limitate, manteniamo invariata la nostra esposizione, con l'High Yield al 10%
• Il nostro portafoglio tradizionale ha generato un rendimento del -0,60% (al lordo delle commissioni)
Portafoglio Non-Tradizionale:
• La nostra posizione che punta sull’irripidimento della curva americana e europea (10 anni vs 30 anni) ha sofferto nel mese, in quanto la curva si è appiattita
• Il nostro portafoglio non tradizionale è sceso del -0,54% (al lordo delle commissioni)

Portafoglio Valutario:
• Nel corso del mese, abbiamo sfruttato la forza dell’euro, per aumentare la posizione corta sull’euro e diminuire quella sul dollaro 
• Manteniamo posizioni diversificate e di dimensioni limitate, principalmente su corona svedese e norvegese, real brasiliano, rupia indonesiana, lira turca, peso messicano e cileno contro dollaro, franco svizzero ed euro
• Il nostro portafoglio valutario ha contribuito con un +0.01% (al lordo delle commissioni).
A fine mese, il fondo RAM (Lux) Tactical Funds - Global Bond Total Return Fund (Classe B USD) ha registrato una performance del -1.17% al netto delle commissioni. La duration si è attestata a 4,35 anni e la qualità creditizia media è pari a A+.

RAM Asia Bond Total Return – Nuove opportunità sul credito asiatico
• Forte liquidità e forte domanda nel mercato del credito asiatico
Nonostante la volatilità del mercato dei tassi americani, il mercato creditizio asiatico ha mostrato resilienza. Gli operatori di mercato hanno ridotto le loro scommesse su un taglio anticipato dei tassi da parte della Fed a marzo; questo cambiamento nel sentiment ha fatto seguito ai forti dati sull'inflazione di gennaio e alla comunicazione coerente della Federal Reserve che enfatizzava la pazienza.
Il mercato creditizio asiatico ha registrato diversi scambi e una contrazione degli spread creditizi. Secondo l’indice J.P. Morgan Asia Credit, gli spread si sono ridotti di 19 punti base, con gli spread Investment Grade che si sono ridotti di 13 pb e quelli High Yield di 46 pb.
• La Banca Centrale cinese ha sorpreso il mercato, tagliando di 25 punti base i tassi a 5 anni (LPR)
In Cina, la PBOC ha sorpreso il mercato con un taglio di 25 punti base, maggiore del previsto, del suo Loan Prime Rate (LPR) a lungo termine a 5 anni, al 3,95%. Questa decisione viene vista come un forte segnale dell'intenzione del governo cinese di sostenere l'economia. Il mercato azionario cinese ha reagito positivamente a questa notizia: l’indice Shanghai Shenzhen CSI300 ha registrato un rally del 9,4% il mese scorso, mentre l’indice immobiliare di Shanghai (SHPROP) ha avuto una reazione più contenuta, con un aumento del +1,5%. Le prossime “due sessioni” annuali in Cina, a partire dal 4 marzo, faranno luce sull’obiettivo di crescita reale del governo e sui piani di bilancio. Gli investitori sono in attesa di capire i dettagli del “nuovo modello di crescita” del paese, dei finanziamenti del governo locale, delle riforme fiscali e degli stimoli dal lato della domanda
• Le banche centrali di India, Indonesia, Corea e Filippine hanno deciso di mantenere invariati i rispettivi tassi di riferimento, pronte però a prendere in considerazione eventuali tagli dei tassi

Mercato del credito asiatico:
• Il mese di gennaio è risultato positivo per il mercato creditizio asiatico, grazie soprattutto al movimento favorevole degli spread creditizi
• L'indice JP Morgan Asia Credit (JACI) ha registrato un rendimento del +0.09%
• Il mese scorso l'Investment Grade ha sottoperformato il segmento High Yield con un rendimento totale del +0.25% rispetto al +2.21% di quest'ultimo
• Il mercato primario asiatico ha decelerato a febbraio, con un’offerta di obbligazioni dell’Asia escluso Giappone pari a 7.0 miliardi di dollari (28 miliardi da inizio anno, il -29% su base annua)

Prospettive e performance del portafoglio: 
Abbiamo continuato ad aggiungere duration al portafoglio, ma ad un ritmo moderato (da 3,5 a 3,9 anni), adeguando anche la nostra esposizione all’High Yield con un aumento dal 13% al 18%. Come risultato di queste mosse strategiche, il rendimento medio ponderato del portafoglio è aumentato dal 5,7% al 5,9%.
I fondamentali e i fattori tecnici del credito asiatico continuano a dimostrare forza, con indicatori positivi su tutta la linea. Le prospettive inflazionistiche della regione stanno progredendo all'interno dei range politici che lasciano spazio alle banche centrali per intervenire quando necessario. Inoltre, la combinazione tra una minore offerta e un’ampia liquidità nella regione sta rafforzando la domanda di credito in Asia, nonostante la volatilità dei tassi statunitensi e i deboli flussi di fondi. Tenendo presente le condizioni favorevoli, manteniamo un atteggiamento costruttivo e stiamo cercando attivamente opportunità per incrementare il rendimento del nostro portafoglio.
• Il fondo rimane adeguatamente diversificato e rimaniamo investiti in modo molto flessibile
• Manteniamo un livello moderato di duration a 3,9 anni e 
• un livello di liquidità del 1.2%
Il fondo RAM Asia Bond Total Return Fund (Classe PI USD) è sceso dello 0.13% a febbraio.
 

RAM STRATA Credit Fund – Febbraio ancora di corsa
Anche febbraio è stato caratterizzato da elevata propensione al rischio da parte degli investitori:
• Gli spread creditizi hanno continuato a contrarsi, in un contesto in cui la volatilità non sembra volersi palesare
• Le azioni hanno fatto segnare nuovi massimi agli Indici globali
• I tassi sono tuttavia saliti, dopo la forte correzione degli ultimi mesi

L’attenzione rimane concentrata sulle banche centrali, l’inflazione e le politiche monetarie:
• I membri della Fed, a fronte dei positivi dati di gennaio, sono concordi nel dover aspettare ancora un paio di mesi prima di sentirsi a proprio agio con una politica accomodante, facendo sembrare improbabili tagli nel mese di maggio; il ritmo dei tagli dei tassi di interesse dipenderà dai dati economici in arrivo
• In Europa, la presidente Lagarde ha affermato che il calo dei salari nel quarto trimestre dal 4,7% al 4,5% è stato incoraggiante e ha indicato i prossimi dati del primo trimestre pubblicati il 25 maggio come cruciali per i prossimi passi della BCE.

La maggior parte delle aziende ha pubblicato i risultati trimestrali di fine anno 2023:
• Sono stati registrati risultati migliori di quanto temuto dagli analisti; gli utili per azione sono aumentati in media di circa il 10% rispetto allo scorso anno, il 77% delle aziende supera le stime sugli utili rispetto a una media a lungo termine del 65%
• La forza degli utili statunitensi evidenzia la forza dei fondamentali sottostanti i crediti societari, anche se le preoccupazioni sull’economia e sul ritmo dei rialzi dei tassi sono ancora presenti

Portafoglio:
• Il fondo ha chiuso il mese con performance positiva, con tutte le asset class che hanno contribuito al risultato
• Il fondo rimane posizionato in modo difensivo; manteniamo una parte del nostro portafoglio liquido e coperto per mitigare la potenziale volatilità derivante da sorprese macro negative inaspettate, evitando obbligazioni con bassi rating
• Manteniamo un cuscinetto di liquidità del portafoglio per assicurarci maggiore flessibilità
• Per quanto riguarda l’allocazione strategica, prediligiamo sempre selezionati crediti difensivi con rating BB, con un rendimento attorno al 6-7% e buone opportunità di crescita. Tra i finanziari preferiamo le obbligazioni Tier1 delle banche più grandi e più forti, che hanno un minor rischio di entrare in eventi di stress, concentrandoci su società di alta qualità ed elevata visibilità su utili e cash flow
• Continuiamo a pensare che le tranche BBB CLO, con un rendimento del 7-8%, siano un'opportunità estremamente interessante nell'attuale contesto di mercato

Outlook:
• Nonostante il forte rally degli ultimi mesi, manteniamo una visione costruttiva, almeno per la prima parte del 2024
• Riteniamo che ci sia spazio per un ulteriore restringimento degli spread nel corso dell’anno, anche se ci aspettiamo che gran parte del rendimento provenga dal carry 
• Il percorso futuro della politica monetaria continuerà a fungere da principale motore dei mercati nel breve termine, e i tempi e l’entità dei tagli dei tassi da parte delle banche centrali dei mercati sviluppati saranno senza dubbio guidati dai prossimi dati economici nei prossimi mesi. Ma i progressi compiuti sul fronte dell’inflazione – e le stime di crescita economica che continuano a essere riviste al rialzo negli Stati Uniti – hanno aumentato la fiducia nella capacità delle banche centrali di gestire un atterraggio morbido delle economie
• Riteniamo che la probabilità di un significativo deterioramento del credito sia bassa, e gli spread/default continueranno a rimanere relativamente stabili durante la prima metà di quest’anno

 

Clicca qui per continuare a leggere (Azionari)

Clicca qui per continuare a leggere (Multi-Asset / Multi-strategy)

 

Note legali

Il presente documento è stato redatto unicamente a scopo informativo. Esso non costituisce un'offerta né una sollecitazione ad acquistare o vendere i prodotti d'investimento ivi riportati e non può essere interpretato come un servizio di consulenza per gli investimenti. Il documento non è destinato alla distribuzione, pubblicazione o utilizzo in una giurisdizione nella quale tale distribuzione, pubblicazione o utilizzo siano vietati, né è indirizzato a soggetti o entità ai quali sarebbe illegale indirizzare tale documento. In particolare, i prodotti ivi riportati non sono offerti in vendita negli Stati Uniti o nei loro territori e possedimenti, né a qualsivoglia soggetto statunitense (cittadini o residenti degli Stati Uniti d'America). Le opinioni qui espresse non tengono conto delle circostanze, degli obiettivi o delle esigenze di singoli investitori. Si raccomanda agli investitori di formarsi una propria opinione in merito ai titoli o agli strumenti finanziari menzionati nel presente documento. Prima di qualsiasi operazione, gli investitori dovrebbero verificare che la transazione proposta sia adeguata alla propria situazione personale, e analizzare gli specifici rischi ad essa associati, soprattutto quelli di natura finanziaria, legale e fiscale, rivolgendosi se del caso a un consulente professionale. Le informazioni e le analisi contenute nel presente documento sono basate su fonti ritenute attendibili. Tuttavia, RAM AI Group non rilascia alcuna garanzia che tali informazioni e analisi siano aggiornate, accurate o esaustive, né si assume alcuna responsabilità per eventuali danni o perdite che potrebbero derivare dal loro uso. Tutte le informazioni e le valutazioni possono variare senza preavviso. Si raccomanda agli investitori di decidere se investire o meno nelle quote dei fondi sulla base delle ultime relazioni o dei più recenti prospetti informativi. che contengono ulteriori informazioni sui prodotti in questione. Il valore delle quote e il reddito da esse derivante possono sia aumentare che diminuire e non sono in alcun modo garantiti. Il prezzo dei prodotti finanziari menzionati nel presente documento potrebbe essere soggetto a fluttuazioni e ad ampie e brusche flessioni, ed è persino possibile che un investitore perda l'intero importo investito. RAM AI Group fornirà su richiesta agli investitori informazioni più dettagliate sui rischi associati a specifici investimenti. Le variazioni dei tassi di cambio possono altresì provocare un aumento o una diminuzione del valore di un investimento. I rendimenti passati, siano essi reali o simulati, non costituiscono necessariamente un indicatore affidabile dei risultati futuri. Il prospetto informativo, il documento contenente le informazioni chiave per gli investitori (KIID ), lo statuto e le relazioni finanziarie sono disponibili gratuitamente presso la sede centrale della SICAV, il suo rappresentante e distributore in Svizzera, RAM Active Investments S.A., Ginevra, e il rappresentante dei fondi nel paese di registrazione degli stessi. Il presente documento commerciale non è stato approvato par nessuna autorità finanziaria et ce documento è riservato e destinato all'uso esclusivo da parte del destinatario; ne sono vietate la riproduzione e la distribuzione totale o parziale. Rilasciato in Svizzera dalla RAM Active Investments S.A. è autorizzata e regolamentata in Svizzera dall’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA). Rilasciato in la Unione Europea e SEE  dalla RAM Investments attivi (Europe) SA, 51 av. John F. Kennedy L-1855 Lussemburgo, Granducato del Lussemburgo. Il riferimento alla RAM AI Group comprende le due entità: Active Investments S.A. e RAM Active Investments (Europe) S.A.