Commenti

Commenti

8 Maggio 2024

Fondi Azionari - Aprile 2024

RAM Stable Climate Global Equities
Il fondo RAM (Lux) Stable Climate Global Equities Fund (Class-IP USD, al netto delle commissioni) ha perso il 3,6% nel mese.
Ad aprile, la fiducia dei consumatori è scesa a causa dell'inflazione persistente e dell'aumento dei costi del carburante rispetto al trimestre precedente. Al contrario, il primo trimestre del 2024 ha visto una sostenuta robustezza della spesa al consumo e dell’attività economica negli Stati Uniti. In particolare, l’indice della produzione industriale ha registrato un rialzo nel mese di marzo, attestandosi costantemente su livelli record negli ultimi diciotto mesi. Questa persistente inflazione, unita a robusti indicatori economici, segnala potenziali ritardi nei previsti tagli dei tassi di interesse.
Il mercato ha risposto a questi segnali economici contrastanti con un rialzo dei tassi di interesse a lungo termine e un'ampia correzione sui mercati azionari globali. Nello specifico, le small cap e i titoli growth hanno subito il peso maggiore della recessione, con i titoli tecnologici non redditizi che hanno registrato cali particolarmente marcati.

A livello strategico:
• I titoli a basso rischio, con elevati dividendi e a bassa volatilità, hanno sovraperformato il resto del mercato, mentre i titoli growth hanno sottoperformato
• Continuiamo a identificare nomi forti nei settori finanziario (ad esempio, Hang Seng Bank Ltd) e IT (Dell Technologies, TD SYNNEX Corp)
• I servizi di comunicazione rimane il settore più in sofferenza, con titoli come Meta Platforms e Comcast
• Nel corso del mese l'investimento del fondo in azioni a piccola e media capitalizzazione è stato leggermente aumentato, dal 12% al 15%
• Invertendo la tendenza iniziata all'inizio dell'anno, gli Stati Uniti hanno penalizzato la performance complessiva, mentre Hong Kong e Giappone hanno contribuito positivamente
• Il settore sanitario è stato ulteriormente ridotto dal 18% al 17%, mentre i finanziari restano l'esposizione più elevata
• L'impronta di carbonio del fondo è in linea con i suoi obiettivi di sostenibilità, vantando un'intensità di gas serra significativamente inferiore rispetto alla media del mercato azionario globale
• Le aziende con rating ESG più forti e profili a basso contenuto di carbonio hanno sottoperformato il mercato in generale rispettivamente di 20 pb e 40 pb
 

RAM Global Equity Income
Il fondo RAM (Lux) Global Equity Income Fund (Class-IP USD, al netto delle commissioni) ha perso il 2,93% ad aprile, in linea con il suo benchmark, l'indice MSCI World High Dividend Yield TRN$, che è sceso del 2,84%. L'indice del mercato azionario globale ha chiuso il mese in ribasso del 3,69%.
Ad aprile, la fiducia dei consumatori è scesa a causa dell'inflazione persistente e dell'aumento dei costi del carburante rispetto al trimestre precedente. Al contrario, il primo trimestre del 2024 ha visto una sostenuta robustezza della spesa al consumo e dell’attività economica negli Stati Uniti. In particolare, l’indice della produzione industriale ha registrato un rialzo nel mese di marzo, attestandosi costantemente su livelli record negli ultimi diciotto mesi. Questa persistente inflazione, unita a robusti indicatori economici, segnala potenziali ritardi nei previsti tagli dei tassi di interesse.
Il mercato ha risposto a questi segnali economici contrastanti con un rialzo dei tassi di interesse a lungo termine e un'ampia correzione sui mercati azionari globali. Nello specifico, le small cap e i titoli orientati alla crescita hanno subito il peso maggiore della recessione, con i titoli tecnologici non redditizi che hanno registrato cali particolarmente marcati.

A livello strategico:
• I titoli a basso rischio, con elevati dividendi e a bassa volatilità, hanno sovraperformato il resto del mercato, mentre i titoli growth hanno sottoperformato
• Come a marzo, la nostra selezione ha funzionato bene in Europa, in particolare nei Paesi Bassi e in Italia. Bene anche la selezione in Asia, guidata da Hong Kong e Giappone. Per contro, gli Stati Uniti hanno penalizzato la performance
• Il settore finanziario ha apportato i contributi più significativi, soprattutto grazie al settore dei gestori degli investimenti, dove la strategia ha identificato nomi forti come Victory Capital Holdings, Inc. Anche il settore sanitario è stato redditizio, in particolare grazie ad una posizione sottopesata nell'importante industria farmaceutica. Come avvenuto il mese scorso, la sottoesposizione all'energia ha portato a un effetto allocativo negativo
• Le allocazioni nel segmento Mid Cap sono state positive, mentre quelle Small Cap sono rimaste stabili
• Continuiamo a privilegiare i settori finanziario e dei beni di consumo voluttuari con posizioni sovrappesate
• Manteniamo posizioni sottopesate nei materiali e nell'energia
 

RAM European Equities
Aprile è stato un mese turbolento per le azioni europee, scosso dalla pubblicazione dei dati CPI europei e americani. L’inflazione nel Regno Unito ha superato le aspettative su base mensile, mentre anche l’inflazione americana ha superato le previsioni. Permangono dispersioni significative, in particolare tra le small e mid cap. 
La BCE segnala un taglio dei tassi a giugno, che verrà progressivamente scontato dal mercato, aprendo nuove opportunità nei prossimi mesi. Il nostro fondo ha concluso il mese con un rialzo dello 0,28%, sovraperformando il suo benchmark, in calo dello 0,75% nel corso del mese.

A livello strategico:
• Tutte le nostre strategie hanno sovraperformato nel corso del mese; i titoli value hanno registrato la performance migliore. I titoli momentum hanno sovraperformato fortemente nella prima metà del mese, ma i vari dati macroeconomici pubblicati hanno portato ad una leggera interruzione dello slancio, e hanno sottoperformato nella seconda metà. I titoli difensivi hanno sovraperformato nettamente il benchmark nella seconda metà
• Il nostro fondo ha sottoperformato nel Regno Unito, la sua principale allocazione. La nostra selezione tedesca, francese e olandese ha fortemente sovraperformato e il loro peso sostanziale nel fondo ha contribuito fortemente alla performance del fondo nel corso del mese. Anche i paesi nordici hanno contribuito in modo significativo, con la nostra selezione in Norvegia e Finlandia che ha sovraperformato notevolmente, soprattutto nei titoli industriali norvegesi. Il fondo è rimasto indietro in Italia a causa di una posizione leggermente sovrappesata, che ha influito sulla sua performance relativa
• Stiamo attualmente aumentando la concentrazione in Germania e Francia, il secondo e terzo paese, riducendo al contempo l’allocazione in Spagna e Irlanda, con le allocazioni nordiche che rimangono stabili
• La selezione del fondo ha registrato ottimi risultati nei settori industriale e dei beni di consumo di base. Il nostro forte sovrappeso in entrambi i settori ha ulteriormente rafforzato la performance relativa del fondo. Il fondo ha inoltre sovraperformato nettamente i settori IT e beni di consumo voluttuari e il nostro sottopeso ha favorito la performance del fondo, essendo entrambi i settori tra i peggiori nel benchmark. Il fondo è rimasto indietro nel settore sanitario, ignorando il rialzo del settore nel corso del mese e anche il nostro sottopeso ha penalizzato la performance relativa del fondo
• Stiamo attualmente aumentando l’allocazione nei servizi di comunicazione e nei finanziari, riducendo al contempo l'esposizione ai servizi di pubblica utilità e ai materiali.
• Il nostro fondo ha recuperato dal contributo negativo delle small e mid cap di febbraio; le mid cap. selezionate hanno registrato le migliori performance nel corso del mese, seguite dalle small. Il significativo sottopeso del fondo nelle large cap ha contribuito positivamente alla performance relativa.

 

RAM Emerging Markets Equities
Le azioni dei mercati emergenti (MSCI EM TRN) sono aumentate dello 0,45% ad aprile, mantenendosi in territorio positivo e sovraperformando durante un mese negativo per le azioni dei paesi sviluppati globali.
Il buon rialzo delle azioni cinesi, in crescita del 7% nel corso del mese, ha aiutato l'indice.
Il fondo è rimasto in linea con l'indice, in rialzo dello 0,46% nel mese.

A livello strategico:
• Il leggero sottopeso del fondo in Cina ha penalizzato la performance, controbilanciata dall'impatto positivo della nostra buona selezione a Taiwan e Hong Kong
• La nostra posizione sottopesata nella Corea del Sud è stata il contributo più positivo al rendimento del mese, poiché i titoli sudcoreani sono rimasti estremamente volatili, scendendo di quasi il 6% in aprile
• I titoli Value del fondo hanno sovraperformato nel corso del mese, mentre quelli a basso rischio sono rimasti indietro
• In linea con le riallocazioni avvenute nel quarto trimestre dello scorso anno, l'allocazione delle nostre strategie in Cina è diminuita a favore della Corea del Sud, il cui sottopeso è stato ridotto nel fondo
• Il fondo ha partecipato bene al recente rialzo dei mercati emergenti, ma rimane posizionato in modo relativamente difensivo, con sovrappesi nei settori dei beni di consumo di base e della sanità

 

RAM European Market Neutral Equity

Le azioni globali hanno registrato una correzione lo scorso mese poiché l’economia globale ha dato segnali di rallentamento, in particolare negli Stati Uniti, dove gli ultimi dati sull’occupazione indicano un indebolimento del mercato del lavoro.
Il fondo RAM EU Market Neutral ha guadagnato il 2%, mentre l'MSCI Europe TRN ha ceduto lo 0,9% nel corso del mese.

A livello strategico:
• Sia il portafoglio long che quello short hanno fornito contributi positivi lo scorso mese, con i Long che hanno generato la maggior parte dell'alfa, guidati principalmente da buone scelte all'interno dei titoli Value e Momentum
• Tra i contributi più positivi figurano le posizioni lunghe nel settore industriale e nelle società di macchinari con una dinamica positiva degli utili
• Anche i titoli value del trasporto marittimo sono stati tra le migliori scelte lunghe
• Anche i titoli short hanno ottenuto buoni risultati, con alcune costose scelte growth nei paesi nordici che hanno contribuito in modo significativo al rendimento del mese
• Le posizioni corte nei semiconduttori, che nei mesi precedenti avevano fornito un forte alfa al portafoglio, hanno penalizzato lo scorso mese in quanto i titoli si sono ripresi
• Abbiamo aumentato l'esposizione lunga netta verso i gestori patrimoniali nel corso del mese e ridotto l'esposizione lunga netta nei titoli dei macchinari industriali
• Le posizioni corte nei prodotti chimici speciali sono state ridotte, mentre l'esposizione corta netta ai titoli dei componenti elettrici è stata aumentata dopo la recente sovraperformance dei titoli
 

RAM Global Market Neutral Equity
Il fondo RAM (Lux) Global Market Neutral Equities Fund (Classe PI USD al netto delle commissioni*) ha ceduto lo 0,32% mentre i mercati globali hanno corretto, con l'indice MSCI World che ha perso il -3,71% ad aprile.
La fiducia dei consumatori si è indebolita ad aprile, influenzata dall'inflazione persistente e dall'aumento dei prezzi del carburante rispetto al trimestre precedente.
La spesa dei consumatori e l’attività economica negli Stati Uniti sono rimaste robuste nel primo trimestre del 2024 e l’indice della produzione industriale è aumentato a marzo, dopo aver mantenuto livelli prossimi ai massimi storici negli ultimi diciotto mesi.
Il recente aumento dell’inflazione, insieme agli indicatori economici più solidi, suggerisce che i tagli dei tassi di interesse saranno rimandati.
La reazione del mercato a questo contesto è stata un aumento dei tassi a lungo termine e una correzione dei mercati azionari globali, delle small cap e dei titoli growth che hanno sottoperformato, in particolare i titoli tecnologici non redditizi.

A livello strategico:
• Il portafoglio short è stato più o meno in linea con il mercato, in particolare le scelte short nel settore sanitario (tra le società biotecnologiche) hanno contribuito positivamente alla performance del Fondo
• Il portafoglio long ha rappresentato un piccolo freno, in quanto il Fondo mantiene un orientamento lungo netto nei titoli di beni di consumo voluttuari e IT, due settori con le performance più basse (insieme all’immobiliare) in aprile
• Abbiamo ridotto significativamente la posizione lunga nel settore industriale
• Rimaniamo lunghi netti su IT e finanziari, pur mantenendo una posizione corta su servizi di pubblica utilità, energia e materiali


Clicca qui per continuare a leggere (Obbligazionari)
Clicca qui per continuare a leggere (Multi-asset / Multi-strategy)

Note legali

Il presente documento è stato redatto unicamente a scopo informativo. Esso non costituisce un'offerta né una sollecitazione ad acquistare o vendere i prodotti d'investimento ivi riportati e non può essere interpretato come un servizio di consulenza per gli investimenti. Il documento non è destinato alla distribuzione, pubblicazione o utilizzo in una giurisdizione nella quale tale distribuzione, pubblicazione o utilizzo siano vietati, né è indirizzato a soggetti o entità ai quali sarebbe illegale indirizzare tale documento. In particolare, i prodotti ivi riportati non sono offerti in vendita negli Stati Uniti o nei loro territori e possedimenti, né a qualsivoglia soggetto statunitense (cittadini o residenti degli Stati Uniti d'America). Le opinioni qui espresse non tengono conto delle circostanze, degli obiettivi o delle esigenze di singoli investitori. Si raccomanda agli investitori di formarsi una propria opinione in merito ai titoli o agli strumenti finanziari menzionati nel presente documento. Prima di qualsiasi operazione, gli investitori dovrebbero verificare che la transazione proposta sia adeguata alla propria situazione personale, e analizzare gli specifici rischi ad essa associati, soprattutto quelli di natura finanziaria, legale e fiscale, rivolgendosi se del caso a un consulente professionale. Le informazioni e le analisi contenute nel presente documento sono basate su fonti ritenute attendibili. Tuttavia, RAM AI Group non rilascia alcuna garanzia che tali informazioni e analisi siano aggiornate, accurate o esaustive, né si assume alcuna responsabilità per eventuali danni o perdite che potrebbero derivare dal loro uso. Tutte le informazioni e le valutazioni possono variare senza preavviso. Si raccomanda agli investitori di decidere se investire o meno nelle quote dei fondi sulla base delle ultime relazioni o dei più recenti prospetti informativi. che contengono ulteriori informazioni sui prodotti in questione. Il valore delle quote e il reddito da esse derivante possono sia aumentare che diminuire e non sono in alcun modo garantiti. Il prezzo dei prodotti finanziari menzionati nel presente documento potrebbe essere soggetto a fluttuazioni e ad ampie e brusche flessioni, ed è persino possibile che un investitore perda l'intero importo investito. RAM AI Group fornirà su richiesta agli investitori informazioni più dettagliate sui rischi associati a specifici investimenti. Le variazioni dei tassi di cambio possono altresì provocare un aumento o una diminuzione del valore di un investimento. I rendimenti passati, siano essi reali o simulati, non costituiscono necessariamente un indicatore affidabile dei risultati futuri. Il prospetto informativo, il documento contenente le informazioni chiave per gli investitori (KIID ), lo statuto e le relazioni finanziarie sono disponibili gratuitamente presso la sede centrale della SICAV, il suo rappresentante e distributore in Svizzera, RAM Active Investments S.A., Ginevra, e il rappresentante dei fondi nel paese di registrazione degli stessi. Il presente documento commerciale non è stato approvato par nessuna autorità finanziaria et ce documento è riservato e destinato all'uso esclusivo da parte del destinatario; ne sono vietate la riproduzione e la distribuzione totale o parziale. Rilasciato in Svizzera dalla RAM Active Investments S.A. è autorizzata e regolamentata in Svizzera dall’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA). Rilasciato in la Unione Europea e SEE  dalla RAM Investments attivi (Europe) SA, 51 av. John F. Kennedy L-1855 Lussemburgo, Granducato del Lussemburgo. Il riferimento alla RAM AI Group comprende le due entità: Active Investments S.A. e RAM Active Investments (Europe) S.A.